Boccadasse - Genova live webcam
Bella veduta della spiaggia e dell’antico borgo di pescatori da Piazza Nettuno in diretta webcam

Live Webcam
Ospitata da
hosted by

Boccadasse - Genova

Il borgo più romantico della Liguria, l'incantevole Boccadasse è il rifugio ideale per allontanarsi dallo stress quotidiano, per ritagliarsi qualche ora di tranquillità e per godere del fascino del passato grazie ai suoi profumi rimasti immutati nei secoli, gli odori inconfondibili di un borgo marinaro d'altri tempi.

Il termine Boccadasse, Boca d'azë o Bocadâze in genovese, significa 'bocca d'asino', per alcuni rimanderebbe alla forma della piccola insenatura, per altri al nome di un antico e ricco abitante, un tal Guglielmo Boccadassino, per altri ancora rimanderebbe al torrente Asse, qualunque sia la tesi corretta, questo incantevole borgo fa parte del quartiere di Albaro, nella città di Genova, il punto di arrivo di tanti genovesi che amano arrivarci percorrendo Corso Italia; ma perchè tanto amata? Forse perchè lontana dal traffico, dai rumori della modernità, dalle automobili, dallo stress quotidiano o perchè anche il solo ammirarla dal lungomare purifica lo spirito, Boccadasse era e rimane comunque un borgo vivo e dinamico in tutte le stagioni, stupendo soprattutto a primavera per una divertente mattinata sulla spiaggia, affollato d'estate, di straordinaria bellezza durante le mareggiate, qui è ancora possibile scambiare quattro chiacchiere con i pescatori della zona che da secoli portano avanti la loro attività secondo le tradizioni più antiche, le sue casette così colorate, dalle forme più svariate incastrate tra gli scogli e addossate le une alle altre ad abbracciare la piccola baia, trasmettono poi un senso di pace e allegria infinite.

Le origini di Boccadasse si perdono nella notte dei tempi, forse fondata intorno all'anno 1000 proprio da un gruppo di pescatori spagnoli approdati qui in seguito ad una terribile mareggiata, il posto piacque loro talmente tanto che decisero di insediarvisi, le generazioni future poi fecero il resto, consentendo soprattutto che il borgo conservasse e preservasse nei secoli la sua struttura originaria e mantenendone vivi lo splendore e la genuinità che ammiriamo ancora oggi, fonte d'ispirazione, tra l'altro, di artisti e poeti; il nucleo originario si formò intorno alle attuali Via della Scalinata e Via di Capo Santa Chiara, oggi molto frequentate insieme ad altre attrazioni che il borgo offre ai propri visitatori, la piazzetta stessa, Piazza Nettuno che si affaccia proprio sulla baia, le sue caratteristiche stradine, la Chiesa di Sant'Antonio di Padova (inizio XVIII sec.) nata per mano degli stessi pescatori dell'epoca e restaurata più volte nel tempo, tante trattorie, ristoranti caratteristici che danno sulla spiaggia o l'incantevole terrazza Belvedere Edoardo Firpo che da direttamente sul borgo e dalla quale è un'emozione senza fine ammirare tramonti indimenticabili godendo allo stesso tempo di una serenità infinita.

Webcam attiva dal: 27/06/2014

Commenti

  • avatar
    • 3 giorni fa
    • massimo

    Jeg er så ked af det, men med italienske ord er jeg stadig en smule forvirret. Stranden er alligevel virkelig smuk, og jeg ville også have et bad og en sauna i morgen.
    ses snart mine venne

  • avatar
    • 4 giorni fa
    • Daniele

    @Massimo
    Si chiama Boccadasse, non osadasse....

  • avatar
    • 5 giorni fa
    • massimo

    osadasse strand er den smukkeste i det nordlige Italien.
    i det mindste tror jeg det.

  • avatar
    • 6 giorni fa
    • massimo

    hvilken smuk strand hvor er det?
    Jeg vil gerne komme til helligdage.
    her regner det.

  • avatar
    • 1 settimana fa
    • Paul Louis

    Su certe spiagge e in certe condizioni di vento e correnti, quei pezzi di catrame si trovano ancora. E non credo che siano di vecchia data. La sensibilazione dell'opinione pubblica è molto importante ma quello che possiamo fare (o meglio, non fare) oggi ha effetto immediato e contagioso. Come comportarci lo sappiamo tutti, o quasi. Buona domenica.

  • avatar
    • 4 settimane fa
    • Gianni F.

    Hai ragione Silvana Anni fa le petroliere , molto al largo ed in maniera del tutto fuori legge,ripulivano le loro tanke e così facendo scaricavano in mare aperto i rimasugli di petrolio che poi arrivavano sulla battigia sotto forma di pezzetti di catrame Comunque bastava uno straccetto imbevuto di petrolio per pulirsi e liberarsene .

  • avatar
    • 4 settimane fa
    • pignos

    ellissima spiaggia ed e' molto bella perché senti la voce del mare e alla sera prendo sonno subito

  • avatar
    • 1 mese fa
    • silvana

    16.8 - grazie Gianni F. Quando ero piccola, con famiglia ed amici di famiglia, eravamo andati a Finale L. Giornalmente, dovevano schivare pezzetti di catrame che giungevano a riva. Avevo temuto che anche quel deposito fosse catrame. Meno male che non lo è!

  • avatar
    • 1 mese fa
    • Gianni F.

    Ciao Silvana , non è un deposito nerastro ,sono erbe del mare .Sichiamano alghe

  • avatar
    • 1 mese fa
    • silvana

    14.8 - qualcuno sa cos'è quel deposito nerastro che si vede dove si frange l'onda ?

  • avatar
    • 1 mese fa
    • manuela

    Basta mettersi le scarpette con fondo di gomma e non si sente più niente...

  • avatar
    • 1 mese fa
    • andr

    a genova non abbiamo sabbia, ma noi piace così.
    anzi meglio gli scogli

  • avatar
    • 1 mese fa
    • erre54

    pero' che fatica e male con quei sassi --per fortuna c'e quel piccolo lembo di sabbia in fondo .andare a nuotare e' meno faticoso

  • avatar
    • 1 mese fa
    • silvia boero

    Un saluto dalla Toscana, tutto magnifico, ma la mia Zena mi anca un po'...ma non mi lamento, orami sono a casa, da un anno, e felicissima!!!!

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Boccadirosa

    da prevedere

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Boccadirosa

    Ecco che scappano! Temporale sulla testa ma era prevedere