Camogli live webcam
Veduta sulla Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Assunta, sulla spiaggia di Camogli e sul Golfo di Genova

Camogli

Camogli è una meravigliosa località ligure, tra le più incantevoli località turistiche italiane, unica per le sue bellezze naturalistiche e non solo...trascorrere una vacanza a Camogli può essere così emozionante che difficilmente si avrà voglia di andar via.

Questo delizioso borgo di pescatori sul Golfo Paradiso è caratterizzato da un lungomare pedonale, tanti palazzi colorati a ridosso del porticciolo e del lungomare, dalla meravigliosa Basilica di Santa Maria Assunta e da una quantità di bar, ristoranti, strutture ricettive di alta qualità, negozietti caratteristici ma comprende anche la parte più ampia del Parco Naturale Regionale di Portofino nonché una parte dell'Area Naturale Marina Protetta di Portofino; i meravigliosi palazzi di Camogli, addossati l'uno sull'altro, nacquero tra il 1300 e il 1400, i loro colori così vivaci servivano come punto di riferimento per i pescatori di ritorno dalla pesca, belli da vedere a ridosso del porticciolo e nel centro storico abbellito dalle loro splendide decorazioni.

Camogli è nota anche come la 'Città dei mille bianchi velieri', denominazione che risale alla Guerra di Crimea quando si rese necessaria la costruzione di nuove imbarcazioni che portassero armi alle truppe, l'esperienza marinara servì a camogliesi che si prodigarono nell'impresa, nacquero così i famosi velieri bianchi; di origini antiche il nome, il toponimo sembrerebbe derivare da 'Camulo', 'Camulio' o 'Camolio', forse dai termini greco-liguri di 'cam' e 'gi' (terra in basso), secondo uno storico dell'800 deriverebbe dall'identificazione di Camogli con Casmona, ma molte altre fantasiose teorie prendono piede e si basano su termini contratti tipici del dialetto genovese, 'Ca'de Mogge' (casa delle mogli) e 'Cà a Muggi' (case a mucchi) quelle più note; sembra comunque certo che il borgo esistesse già dall'età preistorica, nel XII venne edificato il Castello della Dragonara a difesa del piccolo borgo, il porticciolo e il molo, invece, furono completati nel XVII sec. e da allora sono i simboli indiscussi di Camogli, sì perché la pesca rimane una delle risorse economiche principali del posto, molto atteso dagli abitanti a tal proposito il pescato della tonnara.

Tante sono le bellezze che Camogli offre ai propri visitatori, tanto mare, scorci di montagne, scenari da sogno, un clima mite durante tutto l'anno e quel tocco di romanticismo tipico dei borghi marinari che ancora mantengono il loro fascino e quella semplicità rimasti indelebili nei secoli, inoltre la vicinanza alle esclusive Santa Margherita Ligure, Rapallo, Portofino e Paraggi la rende molto frequentata, chi visita Camogli rimarrà inoltre affascinato dal suo patrimonio architettonico, meravigliosa la Basilica di Santa Maria Assunta che dal lontano XII sec. si affaccia sul porticciolo; la chiesa a tre navate, con doppia facciata in stile barocco, con interni prestigiosi e opere importanti, fu costruita su uno scoglio, la struttura attuale è il frutto di vari rifacimenti ed ampliamenti dell'antica cappella, elevata poi nel 1988 a basilica minore da Papa Giovanni Paolo II.

Per gli amanti dell'avventura Camogli offre le condizioni ideali per praticare il trekking ad esempio, tanti i sentieri panoramici che portano alla frazione di Ruta o al borgo di Punta Chiappa, per gli appassionati di immersioni tante grotte da esplorare e splendidi fondali da ammirare, un'emozione infinita sarà ammirare ad esempio la statua del Cristo degli Abissi posta sul fondale della vicina baia di San Fruttuoso, da non dimenticare poi quant'è spettacolare Camogli durante le straordinarie mareggiate invernali.

Webcam attiva dal: 18/11/2015

Commenti

  • avatar
    • 1 settimana fa
    • Dino

    Un cretino che fa footing tra il giorgio e poi via garibaldi.

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Boccadirosa

    Fantastica questa inquadratura che allarga la visuale.

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Boccadirosa

    Darling, pare che la coda di Ciara si diriga verso la Sardegna e speriamo che non ci siano danni a cose e persone. Sarebbe da pazzi tuffarsi in acqua con questa bella libecciata.

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Darling

    Non credo che, con l'arrivo della tempesta Ciara, qualcuno osi entrare in acqua! Ciao Edu!

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • edu

    oggi 9 febbraio un uomo ha fatto il bagno nudo senza muta.. e non cè nemmeno sole per asciugarsi... e io che mi credevo coraggioso a farlo i primi di maggio ahhah

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Marcello

    Vero ma non solo: sono sensazioni uniche perché diverse in ogni tempo e che appieno sa chi le prova.
    C'è un tempo per l'onda che nella burrasca d'inverno ti scuote esplodendo in un rombo davanti alla finestra, ed un altro per godere della brezza odorosa che spira dall'orizzonte nella tiepida sera d'estate... e tutto il resto che sta nel mezzo!

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • edu

    sarebbe un sogno vivere in una di quelle casette.. esci dal portone e sei in spiaggia..

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Marcello

    Mah, veramente l'abbiamo un po' allargata sulla costa...

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Fulvio Marcelli

    ma avete ristretto l'inquadratura! peccato :-(

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • andr

    oggi hanno visto tre simpatici cinghiali in spiaggia.
    speriamo qualcuno li abbia fotografati

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • edu

    ora il mare è temperatura 15 ho azzardato un mezzo bagno senza muta fa ancora freddo meglio starsene al sole in riva al mare aspettando il riscaldamento globale

  • avatar
    • 3 mesi fa
    • Marcello

    Forse il mare è ancora un po' freddo.
    Aspetteranno il riscaldamento globale...

  • avatar
    • 3 mesi fa
    • Mina

    06/01/2020: oggi più di un coraggioso prova a fare il bagno, grazie al sole splendido. Ma perché da un paio d'anni a Camogli non si fa più il cimento??

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • Darling

    Che belle immagini ci regala il sole!

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • Marcello

    Salvo rarissimi casi (ogni quaranta - cinquant'anni) le mareggiate non fanno gran danno a Camogli.
    A differenza del Tigullio, che è aperto al vento di scirocco, noi soffriamo la tramontana, rabbiosa ma breve.
    Anche l'ultima mareggiata, che ha sconvolto tutto il Tigullio, a noi ha creato problemi marginali.
    Tuttavia lo spettacolo dei grandi cavalloni che scuotono il Castello dà i brividi.
    Ciao.

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • Darling

    @Marcello
    ahahah così ci hanno insegnato a scuola, per anni!
    "Si dice che Omero fosse cieco" ...e poi scopriamo pure che non è mai esistito...Forse...
    Che mareggiata anche oggi a Camogli. Povera Liguria!