Camogli live webcam
Veduta sulla Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Assunta, sulla spiaggia di Camogli e sul Golfo di Genova

Camogli

Camogli è una meravigliosa località ligure, tra le più incantevoli località turistiche italiane, unica per le sue bellezze naturalistiche e non solo...trascorrere una vacanza a Camogli può essere così emozionante che difficilmente si avrà voglia di andar via.

Questo delizioso borgo di pescatori sul Golfo Paradiso è caratterizzato da un lungomare pedonale, tanti palazzi colorati a ridosso del porticciolo e del lungomare, dalla meravigliosa Basilica di Santa Maria Assunta e da una quantità di bar, ristoranti, strutture ricettive di alta qualità, negozietti caratteristici ma comprende anche la parte più ampia del Parco Naturale Regionale di Portofino nonché una parte dell'Area Naturale Marina Protetta di Portofino; i meravigliosi palazzi di Camogli, addossati l'uno sull'altro, nacquero tra il 1300 e il 1400, i loro colori così vivaci servivano come punto di riferimento per i pescatori di ritorno dalla pesca, belli da vedere a ridosso del porticciolo e nel centro storico abbellito dalle loro splendide decorazioni.

Camogli è nota anche come la 'Città dei mille bianchi velieri', denominazione che risale alla Guerra di Crimea quando si rese necessaria la costruzione di nuove imbarcazioni che portassero armi alle truppe, l'esperienza marinara servì a camogliesi che si prodigarono nell'impresa, nacquero così i famosi velieri bianchi; di origini antiche il nome, il toponimo sembrerebbe derivare da 'Camulo', 'Camulio' o 'Camolio', forse dai termini greco-liguri di 'cam' e 'gi' (terra in basso), secondo uno storico dell'800 deriverebbe dall'identificazione di Camogli con Casmona, ma molte altre fantasiose teorie prendono piede e si basano su termini contratti tipici del dialetto genovese, 'Ca'de Mogge' (casa delle mogli) e 'Cà a Muggi' (case a mucchi) quelle più note; sembra comunque certo che il borgo esistesse già dall'età preistorica, nel XII venne edificato il Castello della Dragonara a difesa del piccolo borgo, il porticciolo e il molo, invece, furono completati nel XVII sec. e da allora sono i simboli indiscussi di Camogli, sì perché la pesca rimane una delle risorse economiche principali del posto, molto atteso dagli abitanti a tal proposito il pescato della tonnara.

Tante sono le bellezze che Camogli offre ai propri visitatori, tanto mare, scorci di montagne, scenari da sogno, un clima mite durante tutto l'anno e quel tocco di romanticismo tipico dei borghi marinari che ancora mantengono il loro fascino e quella semplicità rimasti indelebili nei secoli, inoltre la vicinanza alle esclusive Santa Margherita Ligure, Rapallo, Portofino e Paraggi la rende molto frequentata, chi visita Camogli rimarrà inoltre affascinato dal suo patrimonio architettonico, meravigliosa la Basilica di Santa Maria Assunta che dal lontano XII sec. si affaccia sul porticciolo; la chiesa a tre navate, con doppia facciata in stile barocco, con interni prestigiosi e opere importanti, fu costruita su uno scoglio, la struttura attuale è il frutto di vari rifacimenti ed ampliamenti dell'antica cappella, elevata poi nel 1988 a basilica minore da Papa Giovanni Paolo II.

Per gli amanti dell'avventura Camogli offre le condizioni ideali per praticare il trekking ad esempio, tanti i sentieri panoramici che portano alla frazione di Ruta o al borgo di Punta Chiappa, per gli appassionati di immersioni tante grotte da esplorare e splendidi fondali da ammirare, un'emozione infinita sarà ammirare ad esempio la statua del Cristo degli Abissi posta sul fondale della vicina baia di San Fruttuoso, da non dimenticare poi quant'è spettacolare Camogli durante le straordinarie mareggiate invernali.

Webcam attiva dal: 18/11/2015

Commenti

  • avatar
    • 6 giorni fa
    • Pallino

    @ andr,caro amico ad Abenga la sabbia c'è eccome, se vuoi rotolarti dentro... adesso sai dov'è,ciao.

  • avatar
    • 7 giorni fa
    • Cinzia

    non ci sono assembramenti...ehehehe

  • avatar
    • 1 settimana fa
    • Laura65

    Alla faccia dei quattro metri quadrati di distanza, etc. etc. etc... A settembre vedremo i risultati di questi assembramenti.

  • avatar
    • 2 settimane fa
    • Boccadirosa

    Il relitto di una nave che solcava i mari a cavallo tra 500 e 600 è stato trovato al largo di Punta Chiappa, il quale da qui non si vede. La scoperta più importante in Italia per navi di questo tipo e uno dei cinque più importanti dell'intero Mediterraneo.
    Lo straordinario rinvenimento - ad opera di due sub che avevano già trovato un relitto romano - è di grande importanza archeologica perché in ottime condizioni e perché potrebbe rivelare una storia straordinaria.
    Il relitto apparterrebbe infatti ad una nave di epoca compresa tra il 500 e il 600 e sarebbe di grande importanza archeologica.

  • avatar
    • 3 settimane fa
    • edu

    come fanno a fare il bagno che son 20 di massima... acqua ancora è fredda.. impavidi

  • avatar
    • 4 settimane fa
    • Pallino

    Lo so che sabbia non ne avete, intendevo spiaggia.

  • avatar
    • 4 settimane fa
    • andr

    qui non c'è sabbia, sono tutte pietre come in quasi tutta la liguria.
    ma di solito in liguria sappiamo quando entrare ed uscire dall' acqua e quando fare il bagno e quando no.
    Anche ieri a Quinto tre piemontesi sono stati in difficoltà per il mare che non dovevano sfidare ed uno purtroppo è annegato

  • avatar
    • 4 settimane fa
    • Pallino

    Fare il bagno qui è moto pericoloso,c'è uno sbalzo notevole tra la sabbia asciutta ed il mare,ricordano tanto le spiagge della Russia,se siete principianti o bambini fate molta attenzione.

  • avatar
    • 1 mese fa
    • Mina

    Sono esterrefatta...
    E proprio ieri, un nuovo positivo al Covid nel comune di Camogli.
    CHE COSA STATE ASPETTANDO????

  • avatar
    • 1 mese fa
    • Fabrizio Casati

    guardando la cam vedo già abbastanza gente e non ci sono foresti. La giunta comunale pensa di lasciare la spiaggia libera senza controlli lasciando al buonsenso delle persone? ma si sono dimenticati di quanti turisti arrivano d'estate? e dovendo rispettare il distanziamento non c'è nessuno che controlla se viene rispettata questa cosa? lasciando la libera senza controlli prevedo da domani grandi assembramenti sulla spiaggia. Non ho parole

  • avatar
    • 1 mese fa
    • edu

    è già.. apriranno indiscriminatamente.. follia pura.. amici liguri fate attenzione alle ondate di mlanesi che viaggiano ancora a 400 casi al giorno.

  • avatar
    • 1 mese fa
    • Mina

    In effetti, mi domando che cosa aspetti il comune di Camogli a decidere e organizzare la gestione delle spiagge libere. Il prossimo weekend sarà il primo a regioni aperte, facile immaginare che arrivi un'ondata di lombardi e piemontesi: è evidente che la spiaggia libera NON PUò ESSERE LASCIATA SENZA CONTROLLO!!!

  • avatar
    • 1 mese fa
    • Fabrizio Casati

    Prevedo un'estate calda nel senso carnaio sulla spiaggia senza rispettare le distanze

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • roberto

    CAMOGLI ..una perla che non ha eguali...torna a risplendere di persone.W l'Italia

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Marcello

    Se un selvatico decide di percorrere sentieri sconosciuti, vuoi per fame, curiosità o per sfuggire al predatore, per istinto sa di rischiare la vita: intuisce da sé che la natura non porge l'altra guancia.
    Per assicurare la sopravvivenza globale in essa non c'è spazio per il pietismo strappalacrime.
    E' un lusso che si può permettere chi ha la pancia piena.
    Nella maggior parte del mondo gli umani avrebbero ringraziato il Cielo, benedetto e mangiato l'animale. Di sicuro non lo avrebbero raccolto e portato a 150 km di distanza nel tentetivo di prolungargli la vita.

  • avatar
    • 3 mesi fa
    • Boccadirosa

    Non credere che sia solo la nostra bella Camogli ad essere devastata da completa idiozia. Questa è la tecnologia usata malissimo e se qualcuno di coloro che ha causato la dolorosissima morte del capriolo ci leggesse direbbe che gli idioti siamo noi.