Chiesa di Santa Maria de Idris - Matera live webcam
Rigoni di Asiago sostiene il restauro della cripta di San Giovanni in Monterrone

Commenti

  • avatar
    • 3 mesi fa
    • giovanna

    uongiorno a tutti! grazie di questa finestra su Matera e sul restauro e un plauso alle ragazze di Pantone Restauri che riescono a lavorare con tutte queste persone che le osservano!
    brave!

  • avatar
    • 7 mesi fa
    • Boccadirosa

    Ieri ho scritto una stupidaggine, ho letto or ora che questa Chiesa è stata sconsacrata nel Seicento. Chiedo scusa a tutti

  • avatar
    • 7 mesi fa
    • Boccadirosa

    Grandiosa la tua foto, Laura, grazie per averla inserita. Deve essere particolarmente emozionante assistere ad una funzione religiosa.

  • avatar
    • 7 mesi fa
    • Darling

    E non dimentichiamo che, grazie a skylinewebcam, abbiamo seguito anche il restauro della statua di San Todaro a Palazzo Ducale a Venezia e, nel 2018, quello della fontana “Venezia sposa il mare”, nel cortile di Palazzo Venezia a Roma. Ringraziamo di cuore l’impresa veneta Rigoni di Asiago che continua il suo impegno nella valorizzazione del patrimonio artistico italiano.

  • avatar
    • 7 mesi fa
    • Darling

    Mi sembra di tornare indietro nel tempo....
    Vi ricordate il periodo in cui abbiamo seguito con passione il restauro del presepe di Greccio?

  • avatar
    • 7 mesi fa
    • Boccadirosa

    Questa Chiesa si trova all'interno dei Sassi. Si tratta di una chiesa rupestre, cioè scavata nella roccia. È situata nella parte alta del Monterrone, una grossa rupe calcarea che si erge nel mezzo del Sasso Caveoso; vi si arriva attraverso una rampa di scale vicina alla chiesa rupestre di Santa Lucia alle Malve. Il nome Idris deriva dal greco Odigitria, colei che mostra la via, oppure dall'acqua che sgorgava da quella roccia. A causa dei continui rimaneggiamenti subiti nel corso dei secoli, non presenta nulla dell'originaria struttura.
    Ciao, Scighera

  • avatar
    • 7 mesi fa
    • Scighera

    Impresa decisamente entusiasmante. Andrea Rigoni, Presidente e Amministratore Delegato di Rigoni di Asiago, ha detto: "Ci ha entusiasmato, quest’anno, in particolare, l’idea di poter contribuire alla rinascita di un pezzetto della terza città più antica al mondo, dopo Aleppo e Gerico che, da secoli, è espressione di un perfetto connubio tra natura e il saper fare dell’uomo”. Ringraziamo Fondaco, Rigoni di Asiago e - naturalmente - Skyline!