Duomo di Milano live webcamVeduta sul Duomo di Milano, la Galleria e la statua equestre di Vittorio Emanuele II

Ospitata da
hosted by

Commenti

  • avatar
    • 12 ore fa
    • franco

    ...e quando arriveranno i cammelli cos'altro farai?

  • avatar
    • 14 ore fa
    • maurizio

    la pioggia è un bene per la natura, le piante l' agricultura milan con la pioggia è bellissima escluso le palme in piazza . per non vederle devo tagliere l'inquadratura con il mouse, oppure mi consolo con via tonale.

  • avatar
    • 20 ore fa
    • CARLO BRAMBILLA

    quanta pioggia!

  • avatar
    • 5 giorni fa
    • Luigi Benelli

    Lunghe sfilze di belle giornate con il cielo perfettamente limpido e un sole forte e invadente. E poi le palme, così miti e simpatiche. Che il destino di Milano sia quello di diventare gradualmente una città "diversamente mediterranea"?...:-)

  • avatar
    • 2 settimane fa
    • erfustoderpretorio

    Anche a Roma avevamo tante palme nelle piazze cittadine ma da domenica scorsa non si trovano più. Mi hanno detto che erano tutte in piazza San Pietro per la benedizione. Queste palmette sono state benedette prima delle nostre quando è passato il Papa in piazza Duomo. Che volete di più?

  • avatar
    • 3 settimane fa
    • Darling

    Qui si sta rasentando il ridicolo con queste povere palme. E lasciatele vivere!
    Da noi al sud avevano fatto il rimboschimento con le conifere. Nessuno ha protestato. Sono cresciute bene...fino a quando non sono arrivati i soliti incendiari. Mai che ne cada uno in mezzo alle fiamme. Accidenti a loro!

  • avatar
    • 3 settimane fa
    • erfustoderpretorio

    Più controlli nelle piazze a clima equatoriale.

  • avatar
    • 3 settimane fa
    • Conte Dracula Detto il MAGNIFICO

    Ahahaha Darling lo sta dicendo a tutti della palma eh!

  • avatar
    • 3 settimane fa
    • Darling

    Però qui manca una palmetta! L'ho vista nella processione della domenica delle Palme a Siviglia, sopra il simulacro del Cristo. Una bellissima manifestazione ancora in corso. Andate a vedere!

  • avatar
    • 3 settimane fa
    • Elisabetta

    Bravo...Stefano Fabiani!!! Anch'io più volte ho scritto che NON capisco assolutamente queste sterili polemiche sulle palme!!! Sempre W le palme e W la Natura!!

  • avatar
    • 3 settimane fa
    • Stefano Fabiani

    Ma tutti quelli che inneggiano alla rimozione delle palme mi sanno spiegare quale presunta visuale sul Domo impallerebbero, o che impatto estetico negativo avrebbero sulla piazza? Stiamo parlando di piante che separano la corsia dei taxi dalla piazza vera e propria, chi cammina per la piazza non le vede neanche...le palme "oscurano" il Duomo solo se ci si mette appositamente subito dietro alla palma ma vi svelo un segreto...bastano due passi a lato! Ma tutti questi fini estetisti non possono combattere per la rimozione del cartellone pubblicitario luminoso della Samsung piazzato da LUSTRI direttamente sulla parete nord del Duomo, oppure del magazzino della Fabbrica addossato da DECENNI alla parete sud? O magari pretendere una pavimentazione consona alla piazza anziché le colate di bitume dei marciapiedi verso il McDonald's e verso piazza Fontana?

  • avatar
    • 3 settimane fa
    • edu

    io non scherzavo invece... sradicate quelle palme !!

  • avatar
    • 3 settimane fa
    • CLAUDIO

    Suvvia ! Era per fare 5 risate, come siete permalosi...
    Pensate che in UAE hanno un mega padiglione con la neve per sciare e fuori 55 gradi di caldo... Quando vivevo ai Caraibi gli italiani nei ristoranti chiedevano gli spaghetti al ragù invece delle aragoste.
    Comunque molto belle le palme ...

  • avatar
    • 3 settimane fa
    • Elisabetta

    Infatti Darling, concordo pienamente con le tue considerazioni||

Duomo di Milano

Senza dubbio uno dei simboli più belli e prestigiosi d'Italia, tra i monumenti più spettacolari al mondo, il Duomo di Milano è la terza chiesa cattolica più grande al mondo, un must per chi visita la penisola e un vanto per i milanesi stessi che lo ammirano ogni giorno estasiati.

Il Duomo è situato nell'omonima piazza ove un tempo sorgevano la Cattedrale di Santa Maria Maggiore e la Basilica di Santa Tecla, in seguito a crolli e danneggiamenti l'arcivescovo Antonio de' Saluzzi ebbe l'idea di costruire una nuova più grande cattedrale al posto dei due edifici religiosi; dal 1386 si iniziò la costruzione di quest'opera grandiosa che doveva originariamente essere costruita con mattoni, in seguito si optò per il marmo di Candoglia per dare ancora più prestigio all'edificio, il quale, vista la complessità dell'architettura e della scultura, interessò secoli di arte italiana e un numero elevatissimo di artisti e studiosi, nonché rifacimenti e ripensamenti, che lo portarono ad essere il frutto di secoli e secoli di stili e tendenze diversi senza un preciso schema stilistico che tuttavia si avvicinò alla fine a quello gotico, inconfondibile infatti nella verticalità delle linee.

La pianta è a croce latina, 5 sono le navate con 6 contrafforti sormontati da guglie, 4 pilastri centrali; la meravigliosa facciata cominciò a vedere la luce verso la fine del XVI sec. tutti gli elementi architettonici sono splendidamente decorati, gli interni ospitano dei veri e propri capolavori di infinita bellezza e raffinatezza, la grande quantità di sculture, che toccano i secoli tra il XIV e il XX, è poi veramente impressionante, così come la presenza di porte meravigliose e di ben 55 vetrate monumentali (XIV-XX sec.); e poi gli altari e l'altare maggiore con l'ampio presbiterio e le cappelle sono delle vere opere d'arte, le statue all'esterno sono sparse ovunque, sulle mensole delle finestre, sui contrafforti, i "giganti" in alto, sulle guglie, nelle nicchie, inoltre gli oggetti più preziosi, di inestimabile valore accumulati per secoli, sono custoditi nel Tesoro del Duomo. Nonostante i diversi stili e le diverse tendenze che ha seguito, il Duomo si presenta come un organismo ben organizzato dove tutti gli elementi architettonici e stilistici s'intersecano tra di loro in modo armonioso e compatto, spesso tuttavia fu oggetto di vari lavori di rifacimento come quelli che seguirono al crollo del campanile o quelli per il completamento delle guglie e delle decorazioni, in seguito ai bombardamenti della II Guerra Mondiale o per lavori di manutenzione e restauro soprattutto nel corso del '900.

Nel sotterraneo del Duomo si trova il piano del calpestio (IV sec.) dove si trovano i resti del Battistero di San Giovanni alle Fonti e della Basilica di Santa Tecla (IV sec.), dalle terrazze, invece, si può godere di uno straordinario panorama che dalla città si estende fino alle Alpi e una veduta ravvicinata delle statue e delle guglie; meravigliosa è la guglia Carelli, la più antica del Duomo (fine XIV e inizio XV sec.).

Forse l'elemento a cui non solo i milanesi ma anche tutti i turisti sono maggiormente legati è la Madonnina (4,16 m.), opera in rame dorato dello scultore Giuseppe Perego e dell'orafo Giuseppe Bini, la cui inaugurazione risale al 30 dicembre 1774; con lo sguardo rivolto verso il cielo implorando pietà, la statua è posta sul punto più alto della chiesa, tradizione vuole che nessun edificio a Milano superi in altezza la Madonnina (108,5 m.) in segno di rispetto e devozione.

La gestione e la manutenzione del Duomo sono da sempre affidate alla Veneranda Fabbrica, sin dal lontano 1387, quando nacque l'ente grazie a Gian Galeazzo ViscontiSignore di Milano, dietro l'esigenza di avere una struttura che seguisse costantemente i lavori di progettazione e costruzione, nel corso dei secoli si è rafforzata sempre più, oggi è una realtà davvero importante.

Il Duomo è prima di tutto luogo di preghiera e raccoglimento spirituale dove l'attività liturgica è in continuo fermento ma è anche teatro di una grande quantità di eventi che hanno luogo nel corso di tutto l'anno, meravigliosa è la Cappella Musicale del Duomo, la più antica istituzione culturale di Milano e tra le più antiche al mondo, svolge la propria attività ininterrottamente dal 1402. Inoltre il fatto che si trovi al centro di Piazza Duomo, dove si può inoltre ammirare anche il monumento equestre a Vittorio Emanuele, accanto alla Galleria Vittorio Emanuele II e quasi circondato da edifici importanti lo inserisce ancor di più nella fervente attività artistica e culturale milanese.

Webcam attiva dal: 24/12/2014