Colosseo live webcamVeduta del Colosseo e dei Fori Imperiali di Roma Antica

Ospitata da
hosted by

PREFERITI
Caricamento...

FOTO
Caricamento...

Commenti

  • avatar
    • 1 mese fa
    • francesco

    Roma e roma e basta

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • Darling

    Ora che rileggo bene, mi parli di una spiaggia di Gallipoli e non del Centro storico dove...beh, vai a vedere.

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • Darling

    Eh, mamma mia quanta gente permalosa!!!! Ho risposto. Cosa dici, franco, ho "gallipolato" bene?
    Polemiche a parte, se ogni tanto qualcuno che vive in queste località che si trovano on line su questo sito, si rendesse utile e avvertisse quando ci sono manifestazioni del genere, la cosa non guasterebbe, non credi?
    Da noi, soprattutto gli anziani e soprattutto nei paesi interni della mia isola, ci si salutava così:
    Adiosu - addio
    Cun Deusus - con Dio
    e ci si salutava tutti, con un sorriso.

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • Darling

    Vado, gallipolo e torno!

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • franco

    Confermo quanto hai detto, Darling. Nei miei non pochi anni di esistenza, ahimè, ho proposto l'indovinello a decine e decine di persone, dalle elementari all'università, maschi e femmine, e nessuno ha mai preso in considerazione la parola suggerita, subito scartata dal cervello perchè impegnato a cercarne altre nella memoria.
    A proposito della mia esistenza, dai un'occhiatina ad una mia foto pubblicata nella pagina di una spiaggia di Gallipoli.
    Bona junnata puru a tia (lessico messinese, facilmente traducibile)!

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • Darling

    Il nostro cervello spesso cerca le cose difficili e tralascia quelle più semplici che ha sotto gli occhi. Ricordo, anche se con il Colosseo non c'entra nulla, di aver letto una volta una pagina piena di errori voluti di ortografia eppure ho letto tutto senza accorgermi degli strafalcioni. Oppure si riesce a leggere tranquillamente una frase senza problemi nonostante le lettere di ogni parola siano messe in ordine sparso. Ciò ceh improta è al pirma e l'utliam letetra.
    Bnuoa goirnata.

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • franco

    Finalmente ne hai trovata una valida Darling, e a questo punto non sò se ne esistono altre oltre a "qualunque" che avevi sotto gli occhi, ma non prendevi in considerazione!

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • Darling

    Usufrutto va benone eh?????
    Ore 23.20. I miei sbadigli da ippopotamo mi dicono che è ora di andare a nanna.
    A domani!

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • Darling

    Ti posso dire il nome di un complesso degli anni 60. Gli Hugu Tugu. Lo unisco e sono 4 u....
    Oppure da Frankstein junior un'esclamazione universale
    ULULIULULA'
    Urubù (avvoltoio Sud America) usufrutto -

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • franco

    Forza dai, Darling, una parola qualunque!

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • Darling

    Nella foto che hai bippato ci sarebbero solo due u nascoste, almeno credo....
    Mamma mia che formicaio oggi, domenica, al Colosseo.

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • franco

    eh eh...la risposta te l'ho già suggerita Darling, pensaci bene!

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • Darling

    mmmhhhh, italiana? Franco, per ora non ce l'ho ma te ne dico due in sardo:
    Susùncu - tirchio
    Furùncu - ladruncolo
    ...noi sardi con le u andiamo alla grande!!!!

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • franco

    A proposito delle lettere "u", Darling sai dirmi una parola italiana qualunque che contenga tre u?

Colosseo

Dal 2007 è ufficialmente una delle nuove sette meraviglie del mondo, dal 1980 fa parte della lista dei Patrimoni dell'Umanità voluti dall'UNESCO, è il Colosseo o Amphitheatrum Flavium, il più grande anfiteatro della Roma antica oggi presente, il più imponente monumento dell’antichità che sia giunto quasi intatto ai nostri giorni, simbolo dell’Italia nel mondo.

Il Colosseo vide la luce nel lontano 72 d.C. per opera di Vespasiano nell'area occupata dal maestoso palazzo di Nerone, la Domus Aurea, fu inaugurato dal figlio Tito nell’80 d.C. con una festa solenne che durò ben cento giorni, ulteriori modifiche furono però apportate nel corso dei secoli successivi a causa di incendi, terremoti, incuria ed altre cause; fin da subito il Colosseo divenne il simbolo indiscusso dell’impero, d’altronde il suo nome pare derivi dalla presenza di una statua bronzea del Colosso di Nerone posta nelle vicinanze, anche i suoi numeri, davvero impressionanti, rendono l’idea della grandiosità del monumento: una capacità di 70000 spettatori, una circonferenza di 527 m. di perimetro, l’arena interna di 86 x 54 m., una superficie di ben 3.357 m² per un’altezza di 57 m., 4 piani (i primi 3 costituiti da arcate inquadrate da semicolonne, il quarto da lesene). Le linee curve e la complessità della costruzione rispecchiano il tipico stile architettonico dell’impero romano.

Nato per ospitare personaggi illustri e una gran quantità di visitatori, era soprattutto destinato agli spettacoli dei gladiatori e ad altre manifestazioni pubbliche, a tutti era concessa una visione perfetta degli spettacoli grazie alla pendenza delle gradinate ma i posti, suddivisi in cinque settori orizzontali (maeniana), dipendevano dalla condizione sociale di ognuno, alla plebe erano riservati i posti in piedi; inoltre la presenza del velarium, un enorme telone di lino manovrato in modo impeccabile da un centinaio di marinai della flotta imperiale, proteggeva dalla pioggia e dai raggi solari; enorme fu la fama che il Colosseo raggiunse all’epoca e che mantenne per moltissimo tempo ma dopo il crollo dell’impero romano e più precisamente dal VI sec. subì un periodo di stallo e venne impiegato per le finalità più disparate fino all’inizio del XIV sec. quando l’imperatore Enrico VII lo riconsegnò al Senato, ma fu solo una situazione provvisoria, calamità naturali ne compromisero la stabilità, alcune macerie divennero addirittura prezioso materiale edilizio utilizzato per creare nuovi edifici (tra gli altri Palazzo Barberini); solo nel 1744 Papa Benedetto XIV lo consacrò in memoria dei tanti cristiani vittime dell’arena collocando anche una croce su un piedistallo che oggi è il punto di partenza della Via Crucis nella Settimana Santa; finalmente meno di un secolo più tardi avvennero i primi restauri, da allora divenne oggetto di venerazione per i cristiani, protetto e preservato in tutti i modi fino ai giorni nostri, ancora pieno di fascino e ammirato da sciami di visitatori provenienti da tutto il mondo.

Webcam attiva dal: 21/05/2013