Santuario di San Francesco e Sant'Antonio live webcamIn diretta dall'interno del santuario di Cava de' Tirreni

Ospitata da
hosted by

Commenti

  • avatar
    • 4 giorni fa
    • Francesco

    Ciao dove si trova questa bellissima chiesa.

  • avatar
    • 1 settimana fa
    • Domenico

    Audio Audio per favore Grazie

  • avatar
    • 2 settimane fa
    • Scighera

    Magnifico il lancio del Botafumeiro per la festa di Sant'Antonio. Non manca mai di emozionarci. Grazie Francescani e grazie anche a Skyline!

  • avatar
    • 2 settimane fa
    • Scighera

    Grazie, grazie, grazie per averci reso l'audio!
    E un sentito ringraziamento per lo streaming dei festeggiamenti per la festa di Sant'Antonio. L'entusiasmo dei Frati Francescani è contagioso. Lo afferma una vecchia Francescana Secolare, e quando dico "vecchia" non scherzo: sono terziaria dal 1° maggio 1957. Grazie di cuore. Pace e Bene.

  • avatar
    • 1 mese fa
    • Domenico

    Peccato l'audio non si sente più!!! Provvedete Grazie

  • avatar
    • 5 mesi fa
    • Vilma

    Durante la liturgia del Vespro si ode perfettamente la voce del celebrante che intona la prima parte dei versetti perche' amplificata dal microfono ma non si percepisce affatto la risposta antifonale dell'assemblea.
    Se si potesse rimediare in qualche modo!
    Grazie, comunque, di tutto.

  • avatar
    • 9 mesi fa
    • Cla55

    è una riproduzione in legno della Porziuncola di Assisi, quella chiesina ?Grazie

  • avatar
    • 9 mesi fa
    • Gilda Di Murro

    Auguri alle sposi....molta felicità!

  • avatar
    • 10 mesi fa
    • tiptap

    Il guasto persiste!!! immagine perfetta, purtroppo lo streaming procede a scatti per poi fermarsi del tutto.
    Don Giggino e' molto seguito...

  • avatar
    • 10 mesi fa
    • vale

    condivido quello che ha scritto cla 55 la cam non funziona bene!!! sarei grato se fosse riparata!!!!

  • avatar
    • 10 mesi fa
    • Cla55

    Da un po' di tempo questa web cam non va più bene.Si blocca o va in off line.Non si può far nulla? grazie

  • avatar
    • 11 mesi fa
    • Luana

    Finalmente assisto alla Santa Messa! Buona domenica a tutti!

  • avatar
    • 11 mesi fa
    • Luana

    Belloooo non vedo l'ora di assistere a qualche messa, celebrazione,ecc

  • avatar
    • 2 anni fa
    • Cargian

    Come mai non si sente più l'audio

Santuario di San Francesco e Sant'Antonio

Il Santuario di San Francesco e Sant'Antonio è uno dei tesori più antichi (fine del XV sec.) di questa bella cittadina nel cuore della Costiera Amalfitana.

Punto di riferimento importante per i fedeli, la Chiesa Superiore venne consacrata a Santuario della Resurrezione con una cerimonia solenne nel 2009; durante il forte sisma dell'80 l'edificio fu fortemente danneggiato, ci vollero ben 13 anni per ridargli nuovamente l'aspetto originario, venne però miracolosamente risparmiata la facciata, ricchissima di elementi architettonici cinquecenteschi di grande valore; è composta da due ordini, uno più scuro in stile dorico con tre archi, l'altro in travertino chiaro con capitelli ionici, al centro è posto un balcone con balaustra; sulla destra l'imponente campanile del '500 in quattro ordini con finestre ad arco che lasciano intravedere le campane; oggi l'intero edificio domina maestoso la piazza antistante.

L'interno si presenta elegante e raffinato, luminosissimo grazie ai grandi finestroni laterali, una volta attraversato l'arco centrale ci si trova davanti l'enorme portale in tufo nero impreziosito da fregi e sculture che incornicia due battenti in legno, due mezze colonne laterali sormontate da capitelli corinzi aggiungono ulteriore prestigio; superato il portale l'interno vero e proprio a croce latina è caratterizzato da tre navate, un transetto che incrocia le navate e il presbiterio delimitato dalla balaustra marmorea, l'abside e la sacrestia, quest'ultima in stile cinquecentesco presenta un ampio lavamani la cui vasca fu ricavata da un sarcofago romano del I-II sec. d.C.; la struttura è sorretta da venti colonne quadrangolari, il Coro Notturno si affaccia sulla grande navata centrale, il soffitto è decorato da affreschi mentre la parete sopra l'ingresso centrale è abbellita da undici tavole del '600 raffiguranti santi dell'Ordine francescano, le navate laterali presentano le volte a crociera, in totale 21 cappelle impreziosiscono entrambi i lati; l'altare maggiore in marmo e madreperla in stile cinquecentesco è arricchito da quattro angeli laterali e dal Coro Diurno posto alle spalle, la bellissima statua della Vergine Maria con il Bambino Gesù regna al centro di sei candelabri in argento. Il santuario vanta inoltre il più grande incensiere del mondo, bagnato in argento arriva ad un peso di ben 70 kg. ed una capacità di 10 kg. di carbone e 3 kg. di incenso.

La Chiesa Inferiore, che sorregge strutturalmente quella superiore, fu inaugurata nel 2004 e progettata dopo il sisma, l'intenzione era quella di occupare lo spazio creatosi durante gli scavi per il rifacimento delle fondamenta della Chiesa Superiore, è dedicata all'Immacolata Concezione; lo stile è moderno ma semplice, al centro è presente un pozzo in pietra, all'interno della cornice centrale azzurra vi è la bellissima tavola dell'Immacolata del XVI sec.

Tra la Chiesa Superiore e quella Inferiore è situata la cripta, luogo assai suggestivo perfetto per la meditazione e la preghiera; un tempo cimitero dei frati, venne alla luce soltanto in occasione dei lavori di ricostruzione dopo il sisma, l'ambiente si presenta povero di elementi architettonici ma ricco da un punto di vista simbolico, la sala centrale ospita le reliquie di San Francesco e di Sant'Antonio, oggetti di venerazione e di solenni cerimonie. La cripta sarà presto impreziosita dall'esposizione della statua del Bambino Gesù in trono portata direttamente da Betlemme nel 2010. Poco distante vi è la Cappella dell'Adorazione. Meritano una visita la biblioteca, posta sul retro del santuario e il museo, entrambi ricchi di testi e reperti prestigiosi lasciati negli anni dai frati e dai tanti fedeli che affollano quotidianamente questo suggestivo luogo di culto.

Il santuario visse il suo periodo d'oro tra il XVII e il XVIII sec. ma fu costantemente minacciato e seriamente danneggiato da forti terremoti (1688-1694-1732-1805-1857-1980) e da attacchi bellici, parte della struttura, molte opere d'arte ed elementi architettonici importanti andarono via via distrutti, la ricostruzione fu resa sempre possibile solo grazie alla caparbietà degli abitanti, alla tenacia dei frati e ai contributi dei fedeli e delle istituzioni, orgogliosi oggi di presentarlo al mondo in tutta la sua bellezza.

Webcam attiva dal: 27/05/2013