Parrocchia Sant'Antonio di Padova live webcamIn diretta dall'interno della Parrocchia Sant'Antonio di Padova in Omignano Scalo

Ospitata da
hosted by

Commenti

  • avatar
    • 3 settimane fa
    • nicola

    ma stano istalando le lampade del riscaldamento

  • avatar
    • 1 anno fa
    • CLAUDIO

    Buona sera. Cosa ci fa il corista in Chiesa col cappuccio in testa?
    +

  • avatar
    • 2 anni fa
    • marone don luigi

    DOMENICA 12 LUGLIO ALLE ORE 16.30 LA PARROCCHIA DI SANT'ANTONIO DI PADOVA IN OMIGNANO SCALO (SA) TRASMETTE IN DIRETTA SU RADIO MARIA PER L'ORA DI SPIRITUALITA' CON LA RECITA DEL SANTO ROSARIO , LA SANTA MESSA CON LA RECITA DEI VESPRI INCLUSI NELLA SANTA MESSA. UNIAMOCI IN DIRETTA CON RADIO MARIA.

  • avatar
    • 2 anni fa
    • marone don luigi

    Vi ricordo che Sabato 25 Aprile 2015 dalle ore 21.30 ci sarà la Adorazione Eucaristica per tutta la notte
    Domenica 26 Aprile 2015 ore 10.00 Santa Messa con il Conferimento del Sacramento della Prima Comunione del primo gruppo di ragazzi della Parrocchia

  • avatar
    • 2 anni fa
    • marone don luigi

    7 Marzo: 1° Sabato del mese. Ore 16.30 adorazione Eucaristica * Confessioni * S.Rosario * primi Vespri * bened. Eucaristica e Comunione ai presenti. "Chiedete ai Sacri Cuori di Gesù e Maria che vi riempiano del vero amore con il quale potrete amare i vostri nemici (4/7/'83)

  • avatar
    • 2 anni fa
    • marone don luigi

    OGNI ULTIMO SABATO DEL MESE IN PARROCCHIA ADORAZIONE EUCARISTICA PER TUTTA LA NOTTE IN UNIONE DI PREGHIERA

  • avatar
    • 3 anni fa
    • Elizabeth do Rocio Bacci

    Mi chiedo quando le immagini restituite e suoni no Santuario de Avvocatella?

Parrocchia Sant'Antonio di Padova

Era l'estate del 2010 quando i fedeli della Parrocchia di Omignano Scalo, bella frazione del Comune di Omignano, hanno potuto ammirare la Chiesa di Sant’Antonio da Padova come appariva a seguito dei restauri che hanno portato alla luce le pietre fino ad allora rimaste nascoste sotto l’intonaco. Nel plauso generale della comunità che intervenne all'inaugurazione, il Parroco Don Luigi Maria Marone metteva in evidenza come quelle pietre fossero le stesse trasportate, con fatica, dai fedeli quando decisero di costruire quella che sarebbe diventata la Chiesa principale di Omignano Scalo, dedicata a Sant’Antonio da Padova.

Già nel maggio 2007, furono eseguiti altri lavori di ristrutturazione della chiesa resisi necessari a causa di preoccupanti infiltrazioni nella struttura che, nel tempo, rischiavano di provocare altri danni; i recenti lavori di rifacimento si inseriscono in una lunga storia di modifiche, ammodernamenti, ristrutturazioni che, nei decenni, hanno contribuito alla costruzione di una chiesa sempre più sicura, grazie alla devozione dei fedeli e all’impegno dei sacerdoti che si sono succeduti alla guida della Parrocchia.

Nella memoria ancora viva in molti, la chiesa si presentava in modo diverso da come si presenta oggi e da come doveva essere negli anni intorno al 1939-1940, quando si cominciarono a mettere le prime pietre, molte di queste prelevate dal fiume e trasportate a spalla dalle donne. La costruzione della chiesa fu probabilmente il frutto di un voto dell’intera collettività di Omignano Scalo quando in tempo di guerra molti degli uomini erano al fronte, al paese rimanevano le mogli, le madri, gli anziani; furono proprio le donne, in una sorta di devozione collettiva, ispirata dal desiderio di vedere ritornare i propri cari dalla guerra, a farsi carico della fatica di trasportare le pietre destinate alla costruzione delle prime mura. Per molti anni, però, la chiesa rimase senza l’intonaco esterno ed interno, ed in condizioni misere; particolarmente significativo fu l’impegno profuso, a partire dalla sua venuta nella Parrocchia, nel 1963, da Don Bambino Rizzo, a lui si devono la costruzione di un’ampia casa canonica, la realizzazione dell’altare su disegno di un famoso architetto, la sistemazione del sagrato, l’edificazione dei pilastrini della Via Crucis (poi, nel 2000 rimossi e attualmente ricostruiti per l’impegno di Don Luigi), la costruzione della grotta di Lourdes.

Il culto di Sant'Antonio da Padova ad Omignano Scalo è precedente alla costruzione della chiesa, forse già praticato all'inizio del '900 dai primi nuclei abitativi nati intorno alla vecchia stazione ferroviaria; non è possibile stabilire cosa li abbia spinti a scegliere proprio il Santo come loro protettore, forse la presenza nella contrada Cerreta di una cappella dedicata a Sant'Antonio o la presenza di una statua del Santo all'interno dell'abitazione della signora Annunziata Rascio Gorga, detta "Zia Nenna", che attirava grandi flussi di fedeli raccolti in preghiera in quella casa che fungeva da luogo di culto in attesa della costruzione della chiesa; altre citazioni presenti in un libro dello scrittore Pietro Ebner si riferiscono alla presenza di una cappella "posta fuori dall'abitato" e a due tele raffiguranti Sant'Antonio da Padova appartenenti a due famiglie dell'epoca. Certo è che comunque la festa in onore del Santo si celebrò ad Omignano Scalo già negli anni '30 del XX sec., e divenne col tempo un vero evento per tutta la comunità, la data ufficiale dal 1950 è la prima domenica di Agosto.

Webcam attiva dal: 25/01/2014