Spiaggia di Arbatax - Sardegna live webcam
Veduta degli Scogli Rossi in una delle più belle spiagge dell'Ogliastra

Spiaggia di Arbatax - Sardegna

Un vero e proprio monumento naturale domina maestoso da secoli un tratto di costa meraviglioso sono gli Scogli Rossi di Arbatax, il simbolo indiscusso del paese nel mondo.

Baciati da un mare trasparente e cristallino, protetti da montagne imponenti e sormontati da un cielo sempre limpido questi spettacolari scogli in porfido rosso, posizionati proprio dietro il porto ai piedi della collina di Bellavista, ricoprono una superficie vastissima, il solo piazzale si estende su circa 10.000 mq., inoltre offrono agli occhi dei visitatori uno scenario di incomparabile bellezza davvero unico nel suo genere, impreziosito dalla spiaggia di Cala Moresca, una delle spiagge più suggestive di tutta la costa centro orientale sarda; all'ombra del colle di Batteria, sito storico di grande importanza, questa meravigliosa insenatura rocciosa lascia tutti i visitatori letteralmente senza fiato, accedendo tramite una gradinata costruita tra gli alberi, la spiaggia regala un mix meraviglioso di mare limpido e cristallino, fondali da esplorare e rocce multiformi, inoltre è ricca di servizi di alta qualità che rendono qualsiasi soggiorno un'esperienza unica ed indimenticabile!

L'azione incessante delle onde e del vento ha modellato le rocce e, con il contributo dell'uomo, ha al contempo permesso di dare vita al porto, oggi l'anima attorno a cui gravita l'attività della pesca, una delle risorse economiche principali di Arbatax, questa ridente frazione del comune di Tortolì, in provincia dell'Ogliastra. Arbatax nasce proprio come paese di pescatori ed è anche per questo che gli abitanti del posto sono particolarmente legati al porto, in verità oggi il luogo ha un pò abbandonato l'aspetto di borgo esclusivamente marinaro per svilupparsi come centro industriale e turistico di grande spessore diventando una delle perle più affascinanti della costa capace di offrire davvero tantissimo a chi la sceglie come meta per le proprie vacanze, passeggiare in pineta, rilassarsi al profumo dei tanti agrumeti presenti nel territorio, ammirare la darsena o la torre saracena, visitare la Chiesa di Stella Maris, la Chiesa parrocchiale di San Giorgio, la Torre spagnola San Miguel, l'antica lanterna del Faro di Capo Bellavista o abbandonarsi al relax nelle baie argentate sono solo alcune delle tante cose che si possono fare in questo posto meraviglioso; oltre alla pesca e al turismo l'agricoltura e l'artigianato manifatturiero, agroalimentare e meccanico rappresentano delle risorse importanti per l'economia.

La storia, l'arte, le bellezze naturalistiche che costellano ogni angolo parlano di un passato antichissimo le cui radici affondano nel lontano Neolitico; i primi abitanti, dei pescatori ponzesi attratti dalla generosità delle acque e dall'ottima posizione delle coste, decisero di stabilirvisi definitivamente nel 1800; il nome Arbatax pare derivare dall'arabo "arba‘at ‘ashar" (quattordici) forse ad indicare la quattordicesima torre di avvistamento sebbene non ci sia alcuna traccia di arabi che testimoni la presenza degli stessi nel territorio. L'origine del nome Tortolì, invece, è controversa, forse deriva da "Portus Ilii" dal latino "Ilienses" (abitanti dei monti vicini), forse da "Portuelie" o "Tortohelie" (Porto di Sant'Elia), altri sostengono che significherebbe semplicemente "Il paese delle tortore".

Numerose e di rara bellezza sono le spiagge del litorale e decine le affascinanti oasi di pace che accolgono i visitatori, per chi desidera conoscere a fondo anche il territorio limitrofo una tappa alla spiaggia di Cea, a sud di Tortolì, è d'obbligo per gli amanti della sabbia fina e bianchissima; procedendo verso nord ci si imbatte in un viottolo immerso nel verde che porta al Golfetto, un piccolo gioiello affascinante incastonato tra le rocce e meta di numerosi turisti; all'estremità nord del paese la bella spiaggia della Capannina offre delle vedute spettacolari e, non molto lontano, il litorale di Orrì regala chilometri di spiagge bianchissime impreziosite da scogliere e vegetazione, e ancora la spiaggia di Zaccurru, un piccolo paradiso per i nostri amici a quattro zampe, la spiaggia del Basaùra, la Baia di San Gemiliano con la sua tredicesima torre del XVII sec., una delle mete più amate dai turisti di tutto il mondo, e, tra il promontorio di San Gemiliano e l'estremità sud del promontorio di Bellavista, l'insenatura di Porto Frailis, un piccolo paradiso sabbioso e tante, tantissime coste ancora incontaminate. Ma non è finita qui...Arbatax sa offrire anche la giusta dose di divertimento e di sport non lasciando di certo spazio alla noia, anzi, i più curiosi troveranno eccitante dedicarsi alle proprie attività preferite dando una sbirciatina a quegli angoli ancora tutti da scoprire.

Webcam attiva dal: 30/07/2012

Commenti

  • avatar
    • 4 settimane fa
    • Darling

    Grazie per averci restituito immagini limpide!

  • avatar
    • 1 mese fa
    • Darling

    La pioggia sporca di giorni fa ci toglie la bellissima visuale.

  • avatar
    • 1 mese fa
    • user90211991

    29.05.2020
    Bitte bitte die Cam an den roten Felsen in Arbatax putzen. Es ist ja schon schlimm genug, dass wir nicht kommen können

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Darling

    Jeremy, perfettamente d'accordo con te! La webcam di Stintino e quella di Tavolara sono sparite, spero temporaneamente. Sono certa che, non appena riapriranno gli hotel e le altre strutture, potremo ammirare anche quello che offre la Sardegna. Perciò SARDI SVEGLIATEVI, DATEVI UNA MOSSA!!!!!!!

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Jeremy

    Sardi! Tirate fuori l’orgoglio e mettete più webcam per far vedere le vostre meraviglieeeeee! Dai almeno ammazzo la nostalgia con la speranza di tornare al più presto

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Darling

    I Romagnoli ci sanno decisamente fare ma quest'anno, purtroppo, sarà dura per tutti.

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • roberta

    I Romagnoli da sempre meritano il premio Nobel del turismo:gente dal cuore immenso,dalle ampie vedute,dalla mente naturalmente aperta all'accoglienza e al benessere del turista,dalle mille risorse e iniziative,davvero impareggiabili..dovrebbero aprire una scuola!!!

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Darling

    Ciao Ugo, l'invidia è una brutta bestia e da noi, molto spesso, chi ha iniziativa dal punto di vista turistico, viene osteggiato anzichè incoraggiato e in genere anche in modo piuttosto violento.
    La natura dell'isola, come ben sai, è varia e senza eguali, dalle spiagge alle zone interne ma qui non c'è l'organizzazione delle coste romagnole. Le vacanze in Sardegna sono adatte più alle famiglie che non ai giovani che preferiscono di gran lunga i divertimenti che offrono altre regioni. E non a torto. E non parlamo dei prezzi.......

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Ugo

    Infatti se andiamo ad analizzare l'Emilia Romagna che non ha attrazioni paesaggistiche ma investendo nell'industria del divertimento,alberghi,spiagge,realtà come Rimini sono prese d'assalto,quando poi dalle loro webcam vedi pianura e mare.
    Poi accanto alla strada che costeggia la spiaggia trovi pista ciclabile e pedonale subito dopo stabilimenti balneari con annesso campo da tennis o per pallavolo,spazi per attività fisica con animatori e subito dopo ombrelloni messi ordinatamente.
    Poi certamente c'è turismo e turismo.
    A volte meglio pochi ma buoni piuttosto che quel turismo di massa che non rispetta gli equilibri ambientali di certe realtà un po come chi ruba la sabbia che costringono a molti amministratori di prendere provvedimenti come il caso di Marina Protetta Sinis Mal di Ventre che si parla di numero chiuso o casi di turisti che lasciano rifiuti ovunque!

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Darling

    Lo penso anch'io ma come al solito, iniziativa ZERO. Noi sardi non sappiamo vendere la nostra merce. E vedrai che questa estate non ci saranno le webcam della scorsa estate: La Maddalena, Olbia isola di Tavolara, Alghero; Stintino è scomparsa. Non avremo turisti se non gli stessi sardi che si sposteranno un po' dovunque, sempre sperando che il RESTATE A CASA non perda la R iniziale e si tramuti in ESTATE A CASA. Staremo a vedere.
    Buona notte!

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Ugo

    Ora lo vedo!
    Comunque in Sardegna avete bellissimi posti che valgono veramente la pena metterli online ne gioverebbe anche il turismo!

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Darling

    Anche loro, che ringraziamo sempre, hanno diritto a riposare e ti assicuro che in quello sterrato, davanti agli scogli rossi, lo spettacolo è splendido. Peccato che la webcam non sia mobile sennò potremmo vedere tutto il golfo fino a Capo Monte Santu, oltre il quale ci sono tra le più belle spiagge della Sardegna (Goloritzè, Mariolu, Sisine e più in là Cala Luna).
    E' sconsigliato sostare sullo sterrato in caso di mareggiata perchè le onde arrivano sulle auto.
    Ciao Ugo! Hai visto il video ormai virale dei "Mufloni ad Arbatax"? Esilarante!

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Ugo

    @Darling
    Comunque non era li per svago,era un furgone che trasporta generi alimentari che con la chiusura dei bar,ristoranti questi autotrasportatori sono penalizzati per le soste.
    Morale lasciamola passare su,dopo tutto grazie a loro troviamo gli articoli negli scaffali dei supermercati!

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Darling

    Sì, pausa pranzo: un panino con mortadella! Il profumo arriva fin qui!

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Ugo

    Il furgone giallo è in pausa pranzo vista mare?

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Darling

    L'ho sempre pensato anch'io ma spero che, con la bella stagione, qualcuno si svegli e chieda a skyline l'installazione di una webcam. Abbiamo posti meravigliosi da regalare a tutti anche se questa estate non sarà molto felice dal punto di vista turistico.
    Ciao!