Fiume Drava a Maribor live webcamVeduta del Ponte Tito sul Fiume Drava dall'Hotel City

Live Webcam

Commenti

Fiume Drava a Maribor

Marburgo, meglio nota come Maribor, è una splendida città slovena, capoluogo della Regione della Bassa Stiria (Štajerska) e secondo centro più popoloso (circa 112.000 abitanti) dell'intero paese dopo la capitale Lubiana (Ljubljana). La sua posizione è un meraviglioso punto d'incontro tra i monti Pohorje, la Valle e la Piana del Fiume Drava e le catene collinari del Kozjansko e del Slovenske Gorice.
La vera origine della città non è nota, i primi documenti risalgono al XII sec. nei quali si fa menzione del Castello di Marchburch (dal quale probabilmente deriva il nome) attorno al quale si formò un piccolo insediamento di mercanti. La recente storia della città è invece purtroppo ricca di avvenimenti molto sanguinosi che la videro nel corso dei secoli assediata dai turchi, sotto la dominazione asburgica fino alla I Guerra Mondiale, parte del nuovo Regno dei Serbi, Croati e Sloveni grazie all'intervento militare dello sloveno Rudolf Maister, annessa al Regno di Jugoslavia e quindi sotto il potere del Terzo Reich di Hitler. La storia importante che ha alle spalle si riflette ancora oggi inevitabilmente sull'architettura, soprattutto quella di influenza austriaca, sulle facciate degli edifici, sui resti di torri, sui numerosi castelli presenti e sul bellissimo centro storico situato tra le due rive del Fiume Drava.
La città è anche un importante centro universitario e nel 2012 ha ottenuto il prestigioso titolo di "Capitale Europea della Cultura", economicamente e culturalmente assai dinamica anche grazie alla vicinanza all'Austria che ne rese un fiorente centro di scambio e di transito, ma la meraviglia del posto la trasformò presto in una località turistica eccellente in continua evoluzione; le attrazioni sono tantissime, inoltre qui gli appassionati di sci alpino troveranno il posto ideale per week-end da sogno nei vicini ski resort del Massiccio del Pohorje, i più pigri potranno trascorrere ore di relax nei vari centri benessere sparsi ovunque, gli amanti della natura e dell'equitazione, i ciclisti, gli escursionisti vivranno delle esperienze indimenticabili nell'esplorarne il territorio, inoltre l'immensità delle vallate e le perfette condizioni atmosferiche consentono di praticare il paracadutismo, il parapendio, di fare dei suggestivi giri in deltaplano o in mongolfiera in assoluta tranquillità, da quell'altitudine poi sarà meraviglioso ammirare i famosi vigneti antichi che si arrampicano sulle verdi colline. Proprio la genuinità del vino, al quale la città dedica varie manifestazioni etnologiche durante l'anno che si rivelano dei veri e propri eventi, e la squisitezza dei piatti tradizionali rendono Marburgo famosa ovunque per l'eccellenza della gastronomia locale, davvero irresistibile! A tal proposito Marburgo è nota in tutto il mondo per un primato da guinness, la più antica vite del mondo (Stara trta) nasce e continua a crescere indisturbata da più di 400 anni proprio qui, nel grazioso quartiere Lent!
La città nacque proprio attorno alle sponde del Fiume Drava, per gli abitanti una vera risorsa per quanto riguarda il trasporto. Il fiume stesso, piccolo affluente del Danubio, bagna solo pochi chilometri della città di Marburgo, ma sono sufficienti per raccontarne la storia, sulla sua riva sinistra sorge infatti la parte più antica della città. Il fiume attraversa ben cinque Stati (Italia, Austria, Slovenia, Croazia e Ungheria), nasce nel comune di Dobbiaco (Bolzano) ed è lungo ben 720 Km. (di cui 300 navigabili); nel corso degli anni è stato protagonista di violente inondazioni, le sue acque che ospitano ancora delle specie rare (il cobite comune "Cobitis Taenia", il cobite barbatello "Barbatula Barbatula", lo scazzone "Cottus Gobio", la sanguinerola "Phoxinus Phoxinus", il rodeo amaro "Rhodeus Sericeus", il gambero di fiume "Austropotamobius Pallipes"...) sono di una bellezza incantevole. Negli anni si presentò sempre più forte l'esigenza di collegare le due sponde del fiume, fu costruito così il Ponte Tito (Titov most) nel 1963 in onore del presidente jugoslavo Josip Broz Tito, oggi importante mezzo di transito di veicoli e pedoni.

Webcam attiva dal: 05/01/2012