Ustica - Cala S. Maria e Punta della Mezzaluna live webcamVeduta del porto antistante il paesino e, sullo sfondo, il villaggio dei pescatori

Ospitata da
hosted by

Commenti

  • avatar
    • 5 mesi fa
    • FRANCESCO

    Il porto di USTICA ha già iniziata la sua stagione più bella per fraquentazione e per movimento di barche provenienti da tutto il Mediterraneo!!Auguri !!!!!

  • avatar
    • 11 mesi fa
    • Fabrizio

    ho lasciato una fetta di cuore su questa meravigliosa isola

  • avatar
    • 1 anno fa
    • Giuseppe La Pietra

    Ma che meraviglia questa caletta . Veramente fantastica.

  • avatar
    • 2 anni fa
    • turista

    Intanto BUON ANNO A TUTTI I TURISTI ED AI RESIDENTI. Grazie.

Ustica - Cala S. Maria e Punta della Mezzaluna

Una delle più belle località turistiche della Sicilia e dell'Italia intera, Ustica senza dubbio è la perla del Mar Tirreno.

I suoi fondali, tra i più belli d'Europa, e la presenza di numerose grotte, scogli, secche, piccole spiagge, baie rocciose e anfratti rende questa località ancora più suggestiva e caratteristica, un vero e proprio paradiso per gli appassionati di immersioni subacquee e di bellezze naturalistiche che non potranno fare a meno di visitare la Grotta Verde, la Grotta Azzurra, la Grotta del Tuono, la Grotta dell'Oro, la Grotta delle Colonne, la Grotta delle Barche, la Grotta Segreta (o Grotta Rosata), la Grotta dei Gamberi, le grotticelle di Scoglitti, la Grotta della Pastizza, lo Scoglio del Medico, la Secca della Colombara e la Secca di Sicchitello, un totale di circa trenta punti di immersione, incredibile se si considerano le dimensioni dell'isola. Alcune di queste grotte sono tra le più belle e famose del Mediterraneo, lo Scoglio del Medico è uno dei più visitati al mondo.

La magia di Ustica, che per molti versi da l'idea di un'isola tropicale, è data anche dalla presenza di una grande varietà di flora e fauna tutelata nella prima area marina protetta d'Italia istituita nel 1986; un habitat spettacolare, i suoi fondali sono un vero e proprio paradiso ecologico e naturalistico.

Le origini di Ustica sembrerebbero vulcaniche, le leggende che circondano la sua denominazione sono svariate, la più plausibile è la tesi che la vede associata al termine latino "ustum" (bruciato) ad identificare il colore nero della lava che, associato alla straordinaria bellezza del posto, la fecero conoscere al mondo come "la Perla nera del Mediterraneo", certo è anche che venne identificata come l’isola della maga Circe di cui parla Omero nell’Odissea. Al Paleolitico risalgono le prime tracce di presenza umana, la posizione sul mare la rese facile meta e rifugio per marinai e gente di mare nonchè per pirati che pare si siano insediati per molto tempo, inoltre venne da subito considerata un punto strategico per i traffici e i commerci; nel XVIII sec. Ferdinando IV di Borbone decise di colonizzarla e vi edificò due torri di guardia, Torre Santa Maria e Torre Spalmatore, ciò rese possibile la formazione di centri abitati da una parte, soprattutto quello di Cala Santa Maria popolato per lo più da soldati, e la costruzione di carceri per prigionieri politici dall'altra; il turismo cominciò a svilupparsi intorno al 1960 quando, dopo varie proteste da parte degli abitanti, si decise di abolire il confino, si capì così l'enorme potenziale delle bellezze naturalistiche ed architettoniche di Ustica, grande importanza riveste inoltre il Villaggio Preistorico, un esteso insediamento risalente al periodo del bronzo con grandi capanne circolari.

Meraviglioso è anche il centro abitato che spicca con la Torre di Santa Maria e che prende vita come se fosse un anfiteatro di fronte all'area che ospita il porticciolo, 110 m. di banchine e un ampio piazzale formano questo caratteristico porticciolo formatosi da un'insenatura naturale detta Cala Santa Maria, caratteristico nei pressi del porticciolo il Villaggio dei Pescatori. Davvero spettacolari le vedute che si godono dal bastione di Monte Guardia dei Turchi, dalla Cala del Camposanto, dalla Punta dell'Omo Morto con i suoi precipizi, dalla contrada dell'Arso, dalla Punta di Megna, dalla Cala di San Paolo, dalla punta dell'Arpa, dal Licciarolo e dalla Punta Gavazzi, in prossimità della quale vi è una piccola piscina naturale dai fondali coloratissimi detta Fossazzu.

Webcam attiva dal: 11/05/2015