Santuario Avvocatella live webcamBella veduta dell'interno del santuario di Cava de' Tirreni

Ospitata da
hosted by

Commenti

  • avatar
    • 2 settimane fa
    • Costabile

    VENERDI' 13 aprile 2018 = Processione con la Madonna di Fatima - ore 10.30 s.Rosario - processione dal santuario Avvocatella alla Piccola Fatima - 16.30 = Ora di adorazione - Confessioni - ore 18 = Messa solenne con P. GIGINO PETRONE di CAVA processione con fiaccolata e rientro poi all'Avvocatella.

  • avatar
    • 4 settimane fa
    • Costabile

    VENERDI' Santo ore 16 = VIA CRUCIS dal santuario Avvocatella alla Piccola Fatima
    SABATO SANTO = Veglia in onore di GESU' RISORTO ore 20 = confessioni e s.Rosario - ore 21 Celebrazione della VEGLIA.

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Giovanni De Maio

    Voglio fare i complimenti ai due sacerdoti che celebrano la santa messa. Don Gennaro é una persona molto carismatica ma anche il sacerdote della domenica mattina é una gioia per il cuore, con la sua semplicitá e la sua sensibilitá. Come si chiama?

  • avatar
    • 2 mesi fa
    • Devoto

    il 25 febbraio ci sarà il cenacolo della Divina Misericordia?

  • avatar
    • 3 mesi fa
    • Costabile

    Domenica 4 Febbraio 2018 = ore 17 LEVATA DI GESU' BAMBINO - Adorazione al SS.mo - s.Messa solenne - benedizione delle Candele - Processione con Gesù bambino - Concerto di canti del Coro s.Scolastica del santuario Avvocatella - visita al presepe nelle grotte di Bonea

  • avatar
    • 3 mesi fa
    • Costabile

    Domenica 28 Gennaio 2018 = CENACOLO DELLA DIVINA MISERICORDIA - ore 16.30 : esposizione SS. mo Sacramento - Coroncina della divina misericordia cantata - Recita del s. Rosario meditato - processione eucaristica - S. Messa con intronizzazione della Madonna di Fatima - Atto di consacrazione alla Vergine - processione alla Cappellina con il canto Buonanotte Maria.

  • avatar
    • 3 mesi fa
    • Costabile

    DOMENICA 21 Gennaio 2018 = 37° anniversario della benedizione e incoronazione del quadro Maria SS.ma Avvocatella da parte di S.Giovanni Paolo II - dopo la s. Messa delle ore 11 e quella 18.30 apertura della cassaforte ove é conservato il quadro della Madonna per la venerazione dei fedeli.

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • Costabile

    Ora l'audio funziona,c'è stato un piccolo guasto ora riparato, scusateci...

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • Giovanni De Maio

    L'audio non funziona oggi

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • Costabile

    Domenica 24 Dicembre ore 23 = apertura Santuario - s.Rosario meditato - Messa solenne di mezzanotte -Processione alle grotte di Bonea per mettere il Bambino nel presepio - auguri a tutti

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • Costabile

    Domenica 17 DICEMBRE 2017 = CENACOLO DELLA DIVINA MISERICORDIA - ore 16.00 : esposizione SS. mo Sacramento - Coroncina della divina misericordia cantata - Recita del s. Rosario meditato - processione eucaristica - S. Messa con intronizzazione della Madonna di Fatima - Atto di consacrazione alla Vergine - processione alla Cappellina con il canto Buonanotte Maria.

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • Costabile

    MERCOLEDI' 13 dicembre 2017 * 1 CENTENARIO APPARIZIONI A FATIMA = Processione con la Madonna di Fatima - ore 10.30 s.Rosario - processione dal santuario Avvocatella alla Piccola Fatima - 16.30 = Ora di adorazione - Confessioni - ore 18 = Messa solenne con D. ANDREA PACELLA neo- sacerdote di Dragonea e segreterio di Sua Ecc. il Vescovo - processione con fiaccolata e rientro poi all'Avvocatella.

  • avatar
    • 4 mesi fa
    • Costabile

    Lunedì 11 dicembre 2017 = ore 21.30 Adorazione notturna a Gesù EUCARISTIA in riparazione sacrilegi e profanazione dell'Eucaristia - processione e s. Messa di riparazione

  • avatar
    • 6 mesi fa
    • Costabile

    Domenica 27 OTTOBRE 2017 = CENACOLO DELLA DIVINA MISERICORDIA - ore 16.30 : esposizione SS. mo Sacramento - Coroncina della divina misericordia cantata - Recita del s. Rosario meditato - processione eucaristica - S. Messa con intronizzazione della Madonna di Fatima - Atto di consacrazione alla Vergine - processione alla Cappellina con il canto Buonanotte Maria.

Santuario Avvocatella

Il meraviglioso Santuario Avvocatella (o di Maria Santissima dell'Avvocatella o anche Piccola Fatima), che dall'alto della collina di Badia di Cava, nella frazione di San Cesario, domina Cava de' Tirreni, è un luogo assai suggestivo dove si respira un senso di spiritualità profondo. I fedeli si raccolgono quotidianamente in questo luogo di pace in preghiera e in adorazione di Maria Santissima Avvocatella.

Le affascinanti origini del santuario risalgono al lontano XVII sec., la sua storia è un meraviglioso alternarsi di leggenda e realtà, si narra, infatti, che la grotta, chiamata dei pipistrelli, era rimasta abbandonata da diverso tempo a causa della presenza di detti animali e di spettri che spaventavano a morte chiunque passasse da lì, capitò che Don Federico Davide, incaricato a riscuotere la tassa per la farina, vi passasse varie volte; una sera vi incontrò un ciabattino che si offrì di riparargli le scarpe ma che a lavoro finito pretese un compenso troppo alto, il sacerdote esclamò istintivamente: "Gesù e Maria", il che fece d'improvviso scomparire l'uomo e provocò dei strani rumori all'interno della grotta, il sacerdote scappò via spaventato e scalzo con ancora in mano gli stivali rammendati, giunto alla Casa Campanile, che tuttora esiste, cadde a terra esanime; grazie all'aiuto di alcuni passanti rinvenne, raccontò loro l'accaduto che lo segnò talmente tanto da costringerlo a letto nei giorni successivi. Una volta ristabilitosi volle porre nella grotta un'immagine della Madonna che rendesse il luogo sacro e lo preservasse da altri terrificanti episodi; l'immagine, che portava il titolo di Avvocata, raffigurava Maria con il Bambino in braccio tra San Paolo I e Sant'Onofrio in adorazione, da allora la grotta venne ribattezzata con il nome di Grotta della Madonnella o dell'Avvocatella; l'umile immaginetta sopravvisse negli anni e rappresentò il primo germe di quello che oggi è il santuario, venne custodita dalla gente del posto e abbellita da ghirlande di fiori, chiunque passasse porgeva omaggio alla sacra immagine e ben presto il posto divenne un vero e proprio luogo di culto senza dubbio curato ma non ancora struttura idonea ad accogliere i fedeli; a questo dovette pensare un povero frate francescano, Frate Angelo Maria del Convento di Cava, che ne volle sollevare le sorti facendovi costruire una nicchia e dipingere, nel modo più fedele possibile all'immagine cartacea, la Madonna Avvocatella; il parroco Don Carlo Cristiano attorniato dai fedeli benedì la nicchia mentre Frate Angelo Maria vi pose una lampada pregando la gente del posto di accenderla ogni sera convinto, come lui stesso affermava, che presto in quel luogo vi sarebbe sorto un meraviglioso santuario venerato da tanti pellegrini ai quali la Madonna avrebbe concesso tante grazie, nessun'altra previsione si rivelò più vera. Nel frattempo nuovi incarichi furono attribuiti altrove a Frate Angelo Maria che pur a malincuore dovette accettare di allontanarsi dalla sua Madonnina, il frate era però convinto del fatto che la stessa Madonnina avrebbe in qualche modo provveduto a prendersi cura del posto continuando ciò che lui aveva iniziato. Qualche tempo dopo alcune famiglie del luogo cominciarono a notare strane luci che di notte scendevano verso la piccola grotta e arrivarono a pensare che fossero Angeli del Cielo incaricati di sostituire Frate Angelo Maria nel prendersi cura della Madonna; venuto a conoscenza del fenomeno di cui stavano ormai parlando tutti i villaggi vicini, il Vescovo di Cava ordinò che venisse chiusa l'entrata alla grotta, ma ciò non servì a fermare il verificarsi dello strano fenomeno, anzi la devozione sempre crescente del popolo lo costrinse a liberare l'apertura, il verificarsi di un miracolo il 19 Maggio del 1703 che vide al centro la salvezza di un fanciullo con il suo asino carico di grano caduti giù in un dirupo, confermò che il posto era sacro senza ombra di dubbio e che si vedeva necessario consacrarlo come luogo di culto; per intercessione dei parroci di S. Cesario, Don Domenico Campanile e Don Carlo Cristiano, fu ottenuto il consenso all'edificazione di una cappella che fu interamente costruita dai fedeli e sostenuta dalle generose offerte del popolo, la roccia rimase a far da volta al santuario sotto la quale fu eretto l'altare presente ancora oggi, col tempo la cappella si arricchì di un campanile.

In tempi più recenti, cioè nel 1954 una terribile alluvione mise a dura prova la resistenza della povera costruzione che fu ripulita ancora dai fedeli, ciò però non bastò a levarla dallo stato di abbandono e di rifugio per malviventi in cui versò negli anni successivi fino a quando grazie ad un gruppo di fedeli fu oggetto di restauro ampliato poi nel 1979 grazie ad un intervento della Santa Sede; grazie anche alla preziosa collaborazione del nuovo parroco, il benedettino Don Gennaro Costabile Lo Schiavo, il santuario venne riaperto al culto senza subire miracolosamente alcun danno dal terremoto che colpì la zona due anni dopo. Interventi ed eventi successivi interessarono la benedizione della Statua della Vergine di Fatima nel 1980, l'ingresso con la collocazione della Croce in ferro, la Via Crucis in ceramica, il 21 Gennaio 1981 la benedizione del quadro settecentesco da parte di Papa Giovanni Paolo II e la solenne consacrazione della Chiesa a Maria SS. Avvocata il 5 Agosto 1984.

Oggi tutta la vita liturgica e pastorale della parrocchia si concentra all'Avvocatella, luogo di speranza, grazia, devozione.

Webcam attiva dal: 12/12/2013