Madrid - Calle Alcalá live webcamVista de la Calle de Alcalá con la Fuente de las Cibeles e El Palacio de Comunicaciones sullo sfondo

Commenti



Madrid - Calle Alcalá

La signorile Calle de Alcalà, nel cuore di Madrid, è una via estremamente raffinata, un punto di riferimento importante per i madrileni e per i turisti che l'affollano in centinaia ogni giorno; è importante dal punto di vista commerciale, perché ricca di attività, boutique alla moda, locali di lusso, ristoranti e hotel, e dal punto di vista storico, culturale, turistico, è senza alcun dubbio la più elegante e lunga delle antiche strade madrilene, le origini risalgono già al XV sec.

Calle de Alcalà parte dalla splendida Puerta del Sol, attraversa Plaza de la Independencia, Puerta de Alcalá e si stende fino alla Avenida de la Hispanidad, un lungo tragitto di circa 6 km. accompagnato da un meraviglioso viale alberato, un vero piacere attraversarlo tra una passeggiata e l'altra magari provando ad immaginare l'intera Calle de Alcalà com'era un tempo, costeggiata solo da una distesa di uliveti che le valse il nome di Calle de Los Olivares; un tempo l'unica strada che conduceva alla città di Alcalá de Henares, dalla quale prende il nome, la zona si trasformò negli anni in una via sempre più elegante e affascinante impreziosita da ville e residenze lussuose, edifici sontuosi e spazi verdi, location perfetta ad ospitare grandi eventi o parate importanti. Lungo Calle de Alcalà è possibile ammirare i tanti monumenti simbolo di Madrid, tra gli altri la Puerta de Alcalá assieme alla vicina Fuente de las Cibeles (Fontana di Cibele) in Plaza de Cibeles; la fontana è una bella testimonianza del XVIII sec., epoca di valorizzazione urbanistica intensa per la capitale spagnola; il monumento venne commissionato da re Carlo II all’architetto Ventura Rodrìguez e raffigura la dea Cibele, simbolo della terra, dell'agricoltura e della fecondità, posta su un carro trainato da leoni, entrambi opere scolpite in marmo cárdeno e dei leoni in pietra di Redueña, per queste opere di raffinata bellezza l'architetto si avvalse della collaborazione di Francisco Gutiérrez e Roberto Michel; grazie alla sua posizione in zona centralissima, resa definitiva nel 1895 tra il Paseo de Recoletos e il Paseo del Prado, la fontana è ammirata ogni giorno da centinaia di persone che vi transitano incessantemente, è inoltre il simbolo indiscusso per i tifosi della squadra calcistica madrilena che amano radunarsi qui in occasione di matches importanti.

La bella piazza omonima che ospita la fontana, un tempo Plaza de Madrid e in seguito Plaza de Castelar, è oggi circondata da palazzi importanti, tra i quali il Palacio de Comunicaciones (ex sede delle Poste, da qui prese il nome) che dal 2007 ospita il comune di Madrid; il palazzo è un'opera imponente di raffinata architettura, frutto del lavoro di Antonio Palacios e Joaquín Otamendi, che riuscirono a portare alla luce un capolavoro dallo stile neoclassico; la sola torre è alta più di 60 m., i primi lavori iniziarono nel 1904 e terminarono nel 1907. A prima vista potrebbe dare l'idea di una grande cattedrale gotica, grandi pinnacoli adornano infatti la cima delle torri, la forma curvata della facciata le dona inoltre un fascino particolare, lo scenario ideale per la bellissima Fuente de las Cibeles.

Webcam attiva dal: 15/04/2014